DIRITTO CONTABILE PUBBLICO


MASTER

Tipo Corso: Master 1° Livello
Anno Accademico: 2019-2020
Città: Reggio Calabria

Efficienza, efficacia ed economicità diventano i parametri di riferimento dell’azione pubblica e le AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE e gli ENTI PUBBLICI, in quanto erogatori di servizi, da quelli amministrativi, in relazione alla molteplicità delle attribuzioni in campo economico e sociale, a quelli più complessi concernenti la gestione dei servizi, dalla sanità ai trasporti.

Disporre di un bilancio come strumento di programmazione e di controllo, di norme disciplinanti l’attività negoziale adeguate all’esigenza di snellezza e di garanzia che si richiedono oggi nel rispetto delle direttive comunitarie, di forme di controllo idonee a verificare, insieme alla legalità degli atti, anche l’efficienza della gestione. Infine, poiché è sempre necessario che i comportamenti difformi rispetto alle regole giuridiche e di gestione siano sanzionati, il legislatore ha provveduto a rafforzare la giurisdizione contabile, attraverso la quale la Corte dei conti commina agli autori di pregiudizi erariali la “sanzione in denaro” consistente nel risarcimento del danno.

Ecco, dunque, che al centro del sistema della contabilità dello Stato e degli enti pubblici sta la Corte dei conti, voluta dalla Costituzione a garantire la correttezza della gestione delle risorse messe a disposizione dei vari livelli di governo e di gestione dal prelievo fiscale e contributivo e dal sistema tariffario.

E della Corte dei conti, quale controllore delle pubbliche amministrazioni e giudice della responsabilità amministrativa e contabile degli amministratori e dei dipendenti pubblici, Amministrazione e Contabilità si è costantemente occupata seguendo nel tempo le riforme che l’hanno interessata sotto il profilo dell’ordinamento e delle attribuzioni, in quel periodo, che va dal 1990 al 1996, nel corso del quale l’Istituto ha vissuto momenti esaltanti collegati essenzialmente al decentramento ed a nuove norme sostanziali e processuali.

Sono riforme che prendono avvio con l’art. 58 della legge 8 agosto 1990, n. 142, (Nuovo ordinamento delle autonomie locali) che, nell’estendere la giurisdizione della Corte dei conti agli amministratori ed ai dipendenti dei comuni e delle province, ha introdotto talune novità e significative precisazioni sulla natura della responsabilità, che sono divenute successivamente la regola per tutte le categorie di pubblici dipendenti.

STRUTTURA MASTER ORE CFU
Lezioni, esercitazioni, lavoro di gruppo, progetti applicativi, work shop 500 20
Studio individuale o di gruppo 300 12
Project work o stage 500 20
Preparazione e discussione prova finale 200 08
Totale 1500 60

Argomenti del Corso


La riforma costituzionale. l’introduzione del principio di pareggio di bilancio SECS-P/08
L’ordinamento finanziario SECS-P/03
La finanza regionale e locale SECS-P/03
La funzione di controllo IUS/10
La responsabilità amministrativo/contabile IUS/10
La responsabilità penale e disciplinare del pubblico dipendete IUS/17
La responsabilità dirigenziale IUS/17
La fase processuale IUS/17
Il giudizio di conto e per resa di conto
I mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale
I mezzi di impugnazione IUS/10
I riti speciali IUS/10
La responsabilità sanzionatoria IUS/10

I Docenti di questo corso